Home » Ultime Notizie » Roma, 5 dicembre 2016

Roma, 5 dicembre 2016

Roma, 5 dicembre 2016 - FLAI Trasporti e Servizi

LA F.L.A.I.

A ROMA FIUMICINO

La F.L.A.I. a fronte di un’enorme spinta dei lavoratori, dopo un lungo e proficuo lavoro svolto sugli aeroporti Milanesi, approda per volontà di centinaia di Lavoratori sullo scalo di Roma Fiumicino.

I lavoratori di tutti i settori dell’assistenza aeroportuale si stanno organizzando spinti dalla volontà condivisa di scardinare un sistema sindacale di natura feudale ormai consumato e profondamente lacerato da relazioni industriali autoreferenziali, superate e primitive che non tengono più conto dell’interesse dei lavoratori, non più in grado di rappresentare gli interessi di migliaia di famiglie in un contesto aeroportuale sempre più confuso e frammentato, fagocitato dall’arroganza di alcune Organizzazioni Sindacali chiuse al pluralismo sindacale garanti oggi forse solo di loro stessi.

Il nostro arrivo ha generato una reazione feroce da parte di alcune Organizzazioni Sindacali Confederali, un film già visto circa 15 anni fa’ negli Aeroporti Milanesi, quando decidemmo di costituirci Organizzazione Sindacale Autonoma dalla Politica e dalle Organizzazioni Sindacali Confederali di qualsiasi natura e specie.

Come allora anche oggi a Fiumicino assistiamo al comportamento complice di qualche dirigente Aziendale che contro la Democrazia e il pluralismo Sindacale si fa parte attiva a garanzia del sistema feudale indicando strategie per contrastare la F.L.A.I.

Ad alcune Organizzazioni Sindacali e ai loro garanti di controparte diciamo di mettersi il cuore in pace che noi non ci fermeremo e i nostri dirigenti sindacali con la forza dei nostri associati porteranno a compimento un’operazione volta al cambiamento per riportare al centro gli interessi dei lavoratori e le loro famiglie.

Doverosa l’apertura di questo primo documento, elenchiamo ora alcune delle linee programmatiche sulle quali iniziare a costruire un movimento sindacale liberale contro la frammentazione delle attività dell’Handling e per un ruolo responsabile della società di gestione aeroportuale.

Il Sindacato potrà tutelare i diritti dei lavoratori e i loro giusti interessi in un contesto nuovo di competizione solo con diverse ed esigibili regole di sistema a tutela di occupazione e reddito.

Il Consiglio Generale e la Segreteria Regionale della Regione Lazio rappresentata da Massimo Florian contrasteranno sul piano politico-sindacale le economie speculative promotrici di disuguaglianze e liberismo selvaggio, ritenendo che la progressiva disgregazione dell’Handling con lo sviluppo e continuo proliferare di handlers costituiscono fattori destabilizzanti del sistema aeroportuale.

La F.L.A.I. nel prendere atto della straordinaria crescita degli iscritti, nel valutare al tempo stesso che gli associati alla FLAI compongono un mosaico molto articolato composto da una pluralità di aziende che operano sui sedimi aeroportuali ribadisce che il suo modello organizzativo dovrà essere federalista, cioè le responsabilità vengono decentrate per quanto possibile nelle diverse aziende e nei luoghi di lavoro e accentrate per quanto necessario con il supporto della Segreteria Generale.

L’apatia, la rassegnazione, il vivere tranquillo tu tranquillo io, la passività non funzionano ai fini di migliorare l’ambiente, il clima sociale nei luoghi di lavoro e l’organizzazione.

Gli attivisti e i dirigenti sindacali della FLAI con passione, ideali, volontà per la missione sindacale hanno compreso che la tutela dei lavoratori sta nell’unità e nella capacità di proporre attraverso l’ascolto, l’analisi e la sintesi.

Un futuro per i lavoratori aeroportuali sarà possibile nonostante l’attuale crisi economica strutturale se il lavoro continuerà ad essere propositivo e creativo. Tale lavoro assicuriamo lo porteremo  avanti instancabilmente con entusiasmo e passione.

 

Roma, 05 dicembre 2016

 

Segreteria Generale/Regionale

F.L.A.I.

Trasporti e Servizi