Home » Ultime Notizie » Milano, 6 ottobre 2016

Milano, 6 ottobre 2016

Milano, 6 ottobre 2016 - FLAI Trasporti e Servizi

SINTESI INCONTRO CON AIRPORT HANDLING SU WELFARE AZIENDALE E NASTRO LAVORATIVO

In data 4 ottobre 2016, sono stati convocati i gruppi di lavoro previsti dagli accordi dell’11 luglio 2016 per monitorare la Piattaforma di Welfare e la gestione del nastro lavorativo/break (passaggio dalle 8 ore e 15 minuti alle 8 ore, mensa diffusa e ticket).

In sintesi riportiamo tutte le criticità e le proposte degli RSA presenti nel gruppo di lavoro di Linate.

La piattaforma è poco fruibile e presenta tutta una serie di complicazioni. 

  • Difficoltà di utilizzo in generale; in particolare tramite smartphone; 
  • troppa “burocrazia” per accedere al rimborso e troppo farraginosi i passaggi;
  • poca corrispondenza tra quanto preventivato in fase di presentazione a quello che si ottiene alla fine;
  • l’utilizzo del “fringe benefit” è limitato a pochi settori e anche in termini di fornitori;
  •  sono stati riscontrati problemi anche per quello che riguarda alcune convenzioni, che oltretutto sono risultate essere meno onerose andando direttamente sul posto rispetto all'utilizzo della piattaforma;
  • per le spese sanitarie manca, a tutt'oggi, la possibilità di poter portare in detrazione la parte di spesa medica non rimborsata dalla cassa assistenza.

I lavoratori senza figli o che hanno figli non più in età scolare oppure non hanno situazioni familiari certificate da invalidità lamentano la limitatezza di questa Piattaforma di Welfare.

La partenza è stata decisamente al di sotto delle aspettative, auspichiamo che nell’immediato si agisca per superare le difficoltà. In ogni caso questa piattaforma così strutturata è lontana dalle reali esigenze dei dipendenti di Airport Handling, il beneficio primario di poter avere una cifra di 800 euro non tassati si sta perdendo nella complessità del sistema. In queste condizioni era per i lavoratori preferibile avere la metà del premio direttamente in busta paga. 

A conferma sono i dati ad un mese dalla partenza solo il 75% ha aderito alla piattaforma, questa non è solo diffidenza nell’utilizzo di un mezzo nuovo, ma la conferma di un sistema a cui è difficile accedere. Altro dato degno di nota è che il 25% della spesa fino a qui effettuata dai lavoratori è stato usato per la previdenza complementare (vissuta dai lavoratori come la scelta più semplice, meno problematica e  per molti anche l'unica interessante).

Abbiamo richiesto l'introduzione di un'icona welfare sull'epoint in modo da poter accedere in modo più semplice, anche se non sarà comunque possibile l'accesso dai pc aziendali.

Nastro lavorativo e mensa diffusa

Abbiamo purtroppo dovuto evidenziare dei problemi emersi prima ancora di partire. Abbiamo chiesto all’azienda un reale impegno per non far risultare fallimentare anche questo importante risultato.

I problemi da subito portati al tavolo:

  • Le aree attrezzate come  punti ristoro sono assolutamente insufficienti (2 a Malpensa e 1 a Linate e solo in area air side),oltre tutto quelli predisposti non sono stati adeguatamente allestiti per chi vuole consumare un pasto caldo o freddo che sia. Abbiamo chiesto all’azienda che vengano attrezzate con acqua corrente, forno a microonde, frigorifero e che diventino non delle mere sale ristoro ma dei veri e propri refettori. Riteniamo infatti che avere dei distributori automatici di qualità (non solo i vari snack) non sia sufficiente.
  • Insoddisfacente il numero di accordi con le società in cui utilizzare i ticket per un "pasto" a prezzo agevolato. Molto deludente la composizione dei menù a disposizione con convenzione AH, che a tutt'oggi tra l'altro non risultano effettive (l'azienda ha dato garanzia che da domani saranno attive tutte le convenzioni).

L’Azienda era già a conoscenza di alcune problematiche e si è detta disponibile a ricevere valutazioni e proposte, anche per monitorare il reale utilizzo delle sale ristoro. In ogni caso abbiamo ribadito la necessità di vederci in tempi brevi possibilmente entro la fine del mese di ottobre per dare risposte concrete alle richieste delle RSA ed implementare un sistema che così non va decisamente bene. 

Airport Handling in questo momento ha una situazione economica positiva rispetto quello che era preventivato alla sua nascita, bisogna dare il giusto riconoscimento ai lavoratori per il senso di responsabilità e i sacrifici fatti in questi due anni di lavoro.

Servono atti concreti, non più promesse, per migliorare le condizioni lavorative, la conciliazione lavoro/famiglia/tempo libero e per ottenere un reale recupero salariale.

Chiediamo a tutti i lavoratori di continuare a fornirci tutte le indicazioni utili a gestire questa fase che, ricordiamo, rientra in un processo sperimentale. 

 

FILT-CGIL     FITCISL         UIL-TRASPORTI      FLAI TS

Rsa – Gruppo di Lavoro
 

Linate 5 ottobre 2016