Home » Ultime Notizie » Milano, 13 settembre 2016 - GPG Linate -

Milano, 13 settembre 2016 - GPG Linate -

Milano, 13 settembre 2016 - GPG Linate - - FLAI Trasporti e Servizi

COMUNICATO AI LAVORATORI SECURITY E GUARDIANIA SEA 

Si è tenuto ieri il previsto incontro con SEA per discutere, così come previsto dal verbale sottoscritto presso la Prefettura di Milano il 2 agosto scorso, dei temi oggetto della procedura di raffreddamento attivata dalle organizzazioni sindacali per i servizi Security e Guardiania. 

I temi oggetto della procedura erano: situazione organico in particolare femminile, introduzione sistema RTC, assegnazione posizioni di lavoro, ricezione cambio a fine turno, pause fisiologiche, invio in break a inizio o fine turno, cambi turno tra uomini e donne e tra full time e part time, tabella turni personale guardiania. 

In merito all’adeguamento dell’organico femminile, l’azienda ha ammesso che esiste una criticità ma che non può essere risolta in tempi brevi perché così come previsto dall’accordo sottoscritto del 22 luglio, ad ottobre si saprà quante lavoratrici degli uffici di biglietteria e parcheggi, accetteranno di intraprendere l’iter formativo per diventare GPG ed ovviamente questo percorso necessità di qualche mese; le organizzazioni sindacali hanno chiesto all’azienda di prevedere, se possibile, un aiuto dalle colleghe di Malpensa come già avvenuto in passato ed inoltre di non mettere eccessive rigidità in materia di cambi turno.

I rappresentanti sindacali hanno fatto notare che nonostante gli interventi fatti in queste settimane sul sistema RTC, permangono delle criticità legate all’assegnazione delle posizioni di lavoro soprattutto per i primi turni del mattino.

L’azienda ha garantito che in tempi brevi sarà in grado di permettere ai lavoratori dei primi turni del mattino, di sapere già dal giorno prima, in quali posizioni di lavoro dovranno operare evitando così di doversi recare ad inizio turno dal RIT ai filtri per sapere dove operare.

In merito al tema fine turno, l’azienda ha recepito la nostra richiesta e ci farà sapere, nel prossimo incontro, come intende intervenire per evitare che il lavoratore smontante sia costretto ad attendere il cambio da un collega che inizia la sua giornata di lavoro alla stessa ora del fine turno.

C’è la disponibilità da parte di SEA di prevedere la quarta unità sino alle 08.00 circa al varco 1 per far fronte ai controlli da effettuare nel momento di picco relativo alle prime ore del mattino quando ci sono tutte le partenze dei night stop; anche per il varco staff partenze è stata chiesta la terza unità ma in questo caso SEA vuole verificare la possibilità di mandare del “traffico” al varco staff arrivi per evitare questo invio anche se solo per poche ore.

E’ stato assicurato inoltre che verrà data disposizione ai RIT dei turni pomeridiani di prevedere per il personale presente ai filtri una pausa fisiologica così come avviene la mattina quando, passato il momento di picco, viene permesso ai lavoratori di prendersi una pausa fisiologica.

L’azienda si è anche assunta l’impegno di garantire, salvo casi eccezionali, di non inviare in break i lavoratori appena entrati in turno (accade spesso con le 11.00 e le 12.00) o che sono a fine turno per evitare di avere lavoratori che non si staccano dalla posizione di lavoro sino alla fine turno.

L’azienda ci ha poi chiesto di poter fare delle valutazioni tecniche prima di rispondere in merito alla richiesta dei cambi turno, sull’invio da Malpensa delle colleghe, di poter intervenire presso la direzione competente per risolvere il problema delle pulizie ai filtri e negli spogliatoi e ci siamo quindi dati appuntamento per il 4 ottobre prossimo per verificare i passi avanti fatti per risolvere tutti i problemi ancora sul tavolo.

Ci è stata presentata la nuova tabella per il servizio guardiania con l’alternanza di una settimana di mattini ed una di pomeriggi, si passa da una tabella che gira su 52 settimane ad una che gira su 18 e viene mantenuto il numero di domeniche di riposo. Abbiamo chiesto di poterla verificare attentamente prima di dare il nostro assenso ad applicarla.

La procedura di raffreddamento, quindi, non è stata chiusa ma rimane ancora sospesa per verificare da qui al 4 ottobre se effettivamente verranno risolti i problemi che abbiamo evidenziato e che devono essere risolti per permettere ai lavoratori di lavorare con un’organizzazione migliore.

 

Linate, 12 settembre 2016

 

FILT CGIL – FIT CISL – UIL TRASPORTI – FLAI TS

LINATE